Servizi didattici del Museo del Castello

“La Scuola al Museo, il Museo a Scuola” proposte didattiche 2015/2016

Il Museo Archeologico del Castello offre attività didattiche differenziate per le scuole di ogni ordine e grado. Gli incontri si svolgono nelle aule scolastiche e nelle sale del Museo, attrezzate per i laboratori e con supporti audiovisivi. I percorsi sono ideati dal personale scientifico del Museo e svolti dal personale della Cooperativa Zoe; oppure, dove specificato, sono ideati e svolti da collaboratori esterni.

I percorsi prevedono, salvo dove specificato, un primo incontro in classe o in museo, la visita alle collezioni archeologiche ed una fase di laboratorio.

Il costo dei percorsi è di € 2,00 a partecipante, salvo dove diversamente specificato.

ALLA SCOPERTA DEL CASTELLO
Aree di interesse: storico-geografica, espressiva
Luogo di svolgimento: museo
Modalità di svolgimento: un incontro 1 h 30 (visita guidata tematica e laboratorio)
Progetto: il Castello è pensato come un luogo affascinante e suggestivo da esplorare e conquistare attraverso un avventuroso percorso a tappe, per conoscere i suoi spazi e i misteriosi personaggi che li abitano: le statue stele, un imponente leone di marmo proveniente dall’antica Luni, le creature marine raffigurate in un mosaico e una paurosa mummia.



… TOCCARE PER CREDERE
Aree di interesse: storico-scientifica, sensoriale-manipolativa, espressiva
Luogo di svolgimento: museo
Modalità di svolgimento: un incontro 1 h 30 (visita guidata tematica con laboratorio)
Progetto: il percorso vuole proporre ai piccoli partecipanti un’esperienza particolare, il riconoscimento e l’analisi dei reperti archeologici utilizzando i due sensi, prima il tatto e poi la vista. A seguire la visita guidata a tema alla ricerca dei reperti trovati e successiva schedatura dell’oggetto, completata dal disegno dello stesso.

ALLA SCOPERTA DEL CASTELLO
Aree di interesse: storico-geografica, espressiva
Luogo di svolgimento: museo
Modalità di svolgimento: un incontro 1 h 30 (visita guidata tematica con laboratorio)
Progettoil castello è pensato come un luogo affascinante e suggestivo da esplorare e conquistare attraverso un avventuroso percorso a tappe, per conoscere i suoi spazi e i misteriosi personaggi che lo abitano: le statue stele, un imponente leone di marmo proveniente dall’antica Luni, le creature marine raffigurate in un mosaico e una paurosa mummia

 




VIAGGIO NELL’ABITARE… DALLA GROTTA ALLA CAPANNA ideazione di Edoardo Ratti e operatore Coop Zoe
Aree di interesse: storico-geografica, espressivo-manipolativa
Luogo di svolgimento: classe e museo
Modalità di svolgimento: incontro in classe per introdurre l’argomento, con proiezione di Power Point, 1 h; visita guidata tematica al museo e attività di laboratorio 2 h
Progetto: un viaggio attraverso le tracce archeologiche per conoscere le diverse tipologie di abitazioni, i materiali utilizzati per costruirle e come si viveva la quotidianità a partire dal Paleolitico fino all’epoca degli antichi Liguri. Durante il laboratorio ogni alunno potrà realizzare un plastico della capanna neolitica e dell’ ambiente circostante con materiali naturali.

AL MUSEO S'IMPARA FACENDO… CON LE STATUE STELE DELLA LUNIGIANA ideazione Donatella Alessi e operatore Coop Zoe
Aree di interesse: storico-geografica, espressivo-manipolativa
Luogo di svolgimento: classe e museo
Modalità di svolgimento: incontro in classe per introdurre l’argomento con proiezione di Power Point, 1 h, visita guidata tematica al museo e attività di laboratorio 2 h.
Progetto: i monumenti megalitici più importanti del territorio lunigianese vengono fatti conoscere, capire e anche toccare, tramite copie in grandezza naturale. Alla fine del percorso le statue stele di 5000 anni fa non saranno poi più così misteriose, ma se ne capiranno le figurazioni, i metodi e i materiali di lavorazione, le strategie di posizionamento e i significati simbolici-religiosi. Nel laboratorio verranno realizzate piccole statue stele in gesso o in argilla.

ESERCITAZIONE SULLE ATTIVITÀ QUOTIDIANE ALLA MANIERA DEGLI ANTICHI: RIVIVI LA PREISTORIA AL CASTELLO SAN GIORGIO ideazione di Edoardo Ratti, operatori Edoardo Ratti e Coop Zoe
Aree di interesse: storico-geografica, scientifica, espressivo-manipolativa
Luogo di svolgimento: museo
Modalità di svolgimento: incontro al museo con lezione interattiva e laboratorio 2 h
Progetto: si propone di far sperimentare direttamente ai bambini le antiche tecniche di lavorazione delle diverse materie prime naturali, iniziando con la spiegazione interattiva delle principali conquiste tecnologiche dell’uomo nella Preistoria accompagnandola con la manipolazione di riproduzioni fedeli di utensili di uso quotidiano. Si potrà scegliere tra tre percorsi: a) I cacciatori paleolitici diventano artisti; b) La ceramica neolitica dalla produzione alla scoperta dell’archeologo; c) L’archeologo oggi lo faccio io: simulazione di scavo archeologico.

Al termine dei percorsi a) e b), o indipendentemente da questi, si consigliano a scelta i laboratori di seguito:
Aree di interesse: storico-geografica, scientifica, espressivo-manipolativa
Luogo di svolgimento: museo
Modalità di svolgimento: un incontro 1h (laboratorio)
a) Antichi disegni: diventa anche tu un pittore paleolitico, un laboratorio di pittura rupestre su pietra e mediante pigmenti naturali a motivi naturalistici emulando gli artisti paleolitici.
b) Creazioni di fango: diventa anche tu un ceramista neolitico. Il laboratorio per conoscere le tecniche utilizzate nella Preistoria per creare recipienti in argilla.
c) Tesori tra le onde: impara anche tu a perforare le conchiglie, per conoscere le tecniche di perforazione delle conchiglie e mitili nella Preistoria tramite levigatura.

ALLA SCOPERTA DELLA VITA QUOTIDIANA NEI VILLAGGI PREISTORICI ideazione di Alessandra Berton e operatore Coop Zoe
Aree di interesse: storico-geografica, scientifica, espressivo-manipolativa
Luogo di svolgimento: museo
Modalità di svolgimento: lezione interattiva e laboratorio 2 h
Progetto: scegliendo tra tre diversi percorsi, ai partecipanti viene data la possibilità di sperimentare alcune attività che venivano svolte nei villaggi preistorici.
a) “Il Primo Pane”: la macinatura dei cereali nella preistoria. I partecipanti sperimentano direttamente alcune delle fasi di lavorazione dei cereali, dalla battitura delle spighe per ottenere il distacco dei chicchi, alla macinatura con macine e macinelli in pietra per ridurre il farro o l’orzo in farina e infine preparano l’impasto con acqua per realizzare piccoli pani schiacciati, che potranno essere portati a casa per la cottura.
b) L’arte della tessitura nella preistoria: dalla fibra al filo, al tessuto.
I partecipanti sperimentano su piccoli telai in legno su cui sono fissati i fili dell’ordito, come si possa realizzare un tessuto a trama semplice (tela) che si potrà indossare come un bracciale.
c) La fusione del metallo: statue-stele e prima metallurgia. I ragazzi preparano le matrici di fusione in cui verrà versato il metallo fuso (stagno) per la produzione di asce, pugnali o altri oggetti, che una volta raffreddati dovranno essere rifiniti e levigati.

GRECI IN ROSSO E NERO
Ideazione e operatore Coop Zoe
Aree di interesse: storico-geografica, espressivo-manipolativa
Luogo di svolgimento: scuola e museo
Modalità di svolgimento: una lezione introduttiva 1 h 30 e un incontro in museo con laboratorio 2 h 30
Progetto: il percorso didattico è volto alla presentazione della vita quotidiana degli antichi Greci attraverso i soggetti rappresentati sui vasi attici a figure nere e rosse. Gli alunni impareranno inoltre a riconoscere le principali forme vascolari che scandivano le fasi della vita dell’uomo greco, distinguendo quelle che erano protagoniste dei simposi, che premiavano agli atleti, che sancivano i riti nuziali, che contenevano la dolcezza dei profumi. La fase laboratoriale prevede la realizzazione di soggetti pittorici greci su vasi di terracotta.

IN VIAGGIO CON CHARUN… TRA RITI E MITI ETRUSCHI
Ideazione e operatore Coop Zoe
Aree di interesse: storico-geografica, espressivo-manipolativa
Luogo di svolgimento: scuola e museo
Modalità di svolgimento: una lezione introduttiva 1 h e un incontro in museo con laboratorio per un impegno complessivo 2 h 30
Progetto: Charun, un demonietto dal volto blu e dal naso di avvoltoio che accompagnava i defunti nell’aldilà, svelerà il sentimento religioso degli Etruschi, spiegherà come gli uomini del suo tempo scrutavano il cielo e le viscere degli animali e ci farà entrare in una necropoli per dimostrare, attraverso le usanze funebri, la vitalità di un popolo radicato nella propria cultura ma aperto alle influenze esterne. Nella fase laboratoriale ci cimenteremo con l’oreficeria etrusca, realizzando, con pietre e lamine dorate, gioielli ornati con soggetti mitologici, di cui scopriremo la funzione ornamentale e protettiva.

GLI ANTICHI ROMANI E L'OLIO: LUCERNE E PROFUMI
Ideazione e operatore Alessandro Filippi. Per informazioni e prenotazioni: 328.5730028
Aree di interesse: storico, scientifica, manipolativa
Luogo di svolgimento: classe e museo
Modalità di svolgimento: un incontro in classe 1 h (introduzione all’argomento con proiezione di un Power Point), un incontro in museo 2 h con laboratorio
Progetto: per gli antichi Romani, la produzione e la commercializzazione dell'olio erano importantissime: durante la lezione in classe si introdurrà l'argomento con particolari riferimenti al territorio e alla villa romana del Varignano. Il laboratorio approfondirà due particolari usi in cui l'olio era protagonista: gli alunni potranno infatti ricostruire un'antica lucerna romana, alimentabile a olio, e si cimenteranno nella produzione di essenze profumate, seguendo le indicazioni fornite delle fonti antiche.

EGITTOLOGI PER UN GIORNO: UNA CASA PER L'ALDILA'
Ideazione e operatore Coop Zoe
Aree di interesse: storico-geografica, espressivo-manipolativa
Luogo di svolgimento: classe e museo
Modalità di svolgimento: incontro in classe per introdurre l’argomento, con proiezione di Power Point 1 h, visita guidata tematica al museo e attività di laboratorio 2 h
Progetto: da una semplice fossa nel terreno, alle grandiose piramidi fino alle tombe scavate nella roccia con i loro meravigliosi corredi e pitture. Attraverso il racconto dell'evoluzione delle sepolture, cercheremo di capire l'importanza degli elementi che rendevano la "dimora per l'aldilà" perfetta per affrontare il viaggio dopo la morte, sia che fosse di un semplice artigiano o di un potente faraone: Al termine si scende nei sotterranei del museo per scoprire una tomba egizia. Il laboratorio prevede la realizzazione di gioielli e amuleti oppure a scelta i bambini realizzeranno a sbalzo una copia della maschera funeraria del famoso “faraone fanciullo” Tutankhamon, vissuto più di 3000 anni fa!

ALLA SCOPERTA DEL MONDO DEGLI ANTICHI EGIZI
Ideazione e operatore Cristiana Barandoni. Per informazioni e prenotazioni: 347.8254576
Aree di interesse: storico-geografica, espressivo-manipolativa
Luogo di svolgimento: classe e museo
Modalità di svolgimento: un incontro in classe 1 h (introduzione all’argomento con proiezione di power point), un incontro in museo 2 h con laboratorio
a) Come ti cucino….un egiziano: percorso che introdurrà all’analisi di cibi e di sostanze utilizzati dagli Egizi sia per uso alimentare, sia medico ed estetico. In classe si spiegherà l’alimentazione degli Egizi. In museo, si sperimenteranno le miscele, la macinazione, la lavorazione di alcune piante per ricette di bellezza; alla fine del laboratorio si potrà portare a casa gli elaborati.
b) Lo sbendamummie: storia della mummificazione, ritualità, religione e pratiche cultuali. I bambini avranno la possibilità di conoscere a fondo la ricostruzione di un sarcofago e della mummia che vi si trova all’interno, che potranno poi sbendare ed esaminare.
c) Il gioco dell’oltretomba: si affronteranno tutti gli argomenti più importanti del mondo degli Egizi, quali la piramide sociale, il ruolo del faraone, delle divinità e dei sacerdoti, la cultura materiale. Il laboratorio prevede che i bambini, divisi in squadre, affrontino un vero gioco a caselle fungendo essi stessi da pedine e rispondano ai quesiti della sfinge, pena la mummificazione.

IL MOSAICO NEL MONDO GRECO E ROMANO
Ideazione e operatore Cristiana Barandoni. Per informazioni e prenotazioni: 347.8254576
Aree di interesse: storico-geografica, scientifica, espressivo-manipolativa
Luogo di svolgimento: classe e museo
Modalità di svolgimento: un incontro in classe 1 h 30 (introduzione all’argomento con proiezione di un power point), un incontro in museo 2 h con laboratorio
Progetto: il mosaico a soggetto marino nel mondo antico la lezione in classe introdurrà la tecnica del mosaico nel mondo antico. Il laboratorio di archeologia sperimentale al museo permetterà di immedesimarsi nella fi gura del mosaicista greco (mosaico di ciottoli di fiume) o romano (mosaico di tessere) e di produrre un elaborato attraverso la tecnica diretta, incollando  su supporto ligneo i materiali, ispirandosi al bellissimo mosaico della nereide esposto in museo.

L’ARCHEOLOGO OGGI LO FACCIO IO ideazione Edoardo Ratti e Donatella Alessi, operatore Coop Zoe
Aree di interesse: storico-scientifica, logico-matematica
Luogo di svolgimento: museo
Modalità di svolgimento: un incontro 2h (lezione introduttiva e laboratorio)
Progettoun’esperienza unica per calarsi nelle vesti dell’Archeologo: dopo un’introduzione, tramite Power Point, sulle finalità e i metodi dell’archeologia, si passa ad una simulazione di scavo archeologico e di schedatura dei reperti rinvenuti.

VESTIVAMO… ALL’ANTICA. Valenze sociali e vanità nella moda greca e romana
Ideazione e operatore Coop Zoe
Aree di interesse: storia, storia del'arte e del costume
Luogo di svolgimento: scuola e museo
Modalità di svolgimento: una o più lezioni in classe 1 h, una visita tematica in museo, con attività di laboratorio 2 h
Progetto: il percorso intende illustrare l’abbigliamento antico quale riflesso di fenomeni sociali, culturali ed economici. I capi di vestiario saranno presentati, infatti, come identificativi del ceto sociale, ma non verranno tralasciate le esigenze della vanità, sia femminile che maschile. L’attività di laboratorio vedrà gli alunni diventare stilisti di moda antica e dare vita ad una vera e propria sfilata. Il percorso può essere fruibile in due moduli distinti: a) vestivamo all’antica… in Grecia b) vestivamo all’antica… a Roma

MITICO!”: VIAGGIAMO INSIEME NEI MITI GRECI E ROMANI
Ideazione e operatore Coop Zoe
Aree di interesse: lingua e letteratura italiana, epica, arte e immagine, storia del territorio
Luogo di svolgimento: scuola e museo
Modalità di svolgimento: una lezione introduttiva in classe 1 h e una visita tematica con attività laboratoriale in museo 2 h
Progetto: un percorso per conoscere il potere e le debolezze degli dèi, i viaggi avventurosi degli eroi, le insidie dei mari, gli incontri e gli scontri tra i popoli, le conquiste dell’uomo. Un coinvolgente itinerario tra i culti ufficiali e l’intima religiosità dell’uomo greco e romano. A conclusione della visita si svolgerà un torneo di mitologia per imparare l’iconografia del mito in una divertente competizione a squadre. Il percorso può essere fruibile in due moduli distinti: a) mitico… in Grecia b) mitico… a Roma



AL MUSEO S’IMPARA FACENDO… LA VITA QUOTIDIANA IN UNA FORTEZZA
Ideazione Donatella Alessi e operatore Coop Zoe
Aree di interesse: storia locale dal Medioevo al secolo XVIII, conoscenza del territorio, archeologia
Luogo di svolgimento: scuola e museo
Modalità di svolgimento: incontro in classe per introdurre l’argomento, con proiezione di Power Point 1 h; visita al centro storico cittadino che comprende la visita al castello di San Giorgio e attività di laboratorio 2 h 30
Progetto: è previsto un percorso nel centro storico spezzino, alla ricerca delle evidenze storiche e monumentali del passato, il culmine sarà la visita alla fortezza di San Giorgio. Il laboratorio prevede la realizzazione delle armi usate dai soldati genovesi o di una carta topografica su cui individuare le maggiori emergenze di età medievale e postmedievale della città.

MITICO!”: VIAGGIAMO INSIEME NEI MITI GRECI E ROMANI
Ideazione e operatore Coop Zoe
Aree di interesse: lingua e letteratura italiana, epica, arte e immagine, storia del territorio
Luogo di svolgimento: scuola e museo
Modalità di svolgimento: una lezione introduttiva in classe 1 h e una visita tematica con attività laboratoriale in museo 2 h
Progetto: un percorso per conoscere il potere e le debolezze degli dèi, i viaggi avventurosi degli eroi, le insidie dei mari, gli incontri e gli scontri tra i popoli, le conquiste dell’uomo. Un coinvolgente itinerario tra i culti ufficiali e l’intima religiosità dell’uomo greco e romano. A conclusione della visita si svolgerà un torneo di mitologia per imparare l’iconografia del mito in una divertente competizione a squadre. Il percorso può essere fruibile in due moduli distinti: a) mitico… in Grecia b) mitico… a Roma

A TAVOLA CON I ROMANI
Ideazione Donatella Alessi e Coop Zoe, operatore Coop Zoe
Aree di interesse: archeologia, storia antica, vita sociale
Luogo di svolgimento: scuola e museo
Modalità di svolgimento: incontro in classe per introdurre l’argomento, con proiezione di Power Point 1 h; incontro al museo con visita guidata tematica e laboratorio 2 h
Progetto: nell’incontro introduttivo si analizza una domus romana con gli utensili usati in cucina e gli altri luoghi destinati alla vendita e al consumo del cibo: le osterie, i termopoli e i mercati. Al museo, attraverso l’osservazione dei materiali ceramici in esposizione, i ragazzi vengono stimolati a conoscere gli alimenti e le abitudini eno-gastronomiche del mondo romano. Laboratorio con realizzazione di ricette di epoca romana e macinatura di cereali.

LA VIA FRANCIGENA, IL PELLEGRINO MEDIEVALE E IL SUO BAGAGLIO
Ideazione e operatore Alessandro Filippi. Per informazioni e prenotazioni: 328.5730028
Aree di interesse: storica, scientifica, manipolativa
Luogo di svolgimento: scuola e museo
Modalità di svolgimento: un incontro in classe 1 (introduzione all’argomento con proiezione di un Power Point), un incontro in museo 2 h con laboratorio
Progetto: i pellegrini che nel medioevo percorrevano la Via Francigena si trovavano ad attraversare Aulla, Luni e, più tardi, Sarzana; la lezione in classe introdurrà l'argomento con particolare attenzione al nostro territorio e agli aspetti che riguardano il viaggio del pellegrino: dalla preparazione fino all'arrivo a Roma. Il laboratorio al museo consisterà nella realizzazione della bisaccia del pellegrino e di alcuni altri peculiari oggetti che lo identificavano come tale.

VESTIVAMO… ALL’ANTICA. Valenze sociali e vanità nella moda greca e romana
Ideazione e operatore Coop Zoe
Aree di interesse: storia, storia del'arte e del costume
Luogo di svolgimento: scuola e museo
Modalità di svolgimento: una o più lezioni in classe 1 h, una visita tematica in museo, con attività di laboratorio 2 h
Progetto: il percorso intende illustrare l’abbigliamento antico quale riflesso di fenomeni sociali, culturali ed economici. I capi di vestiario saranno presentati, infatti, come identificativi del ceto sociale, ma non verranno tralasciate le esigenze della vanità, sia femminile che maschile. L’attività di laboratorio vedrà gli alunni diventare stilisti di moda antica e dare vita ad una vera e propria sfilata. Il percorso può essere fruibile in due moduli distinti: a) vestivamo all’antica… in Grecia b) vestivamo all’antica… a Roma

 


A TAVOLA CON I ROMANI
Ideazione Donatella Alessi e Coop Zoe, operatore Coop Zoe
Aree di interesse: archeologia, storia antica, vita sociale
Luogo di svolgimento: scuola e museo
Modalità di svolgimento: incontro in classe per introdurre l’argomento, con proiezione di Power Point 1 h; incontro al museo con visita guidata tematica e laboratorio 2 h
Progetto: nell’incontro introduttivo si analizza una domus romana con gli utensili usati in cucina e gli altri luoghi destinati alla vendita e al consumo del cibo: le osterie, i termopoli e i mercati. Al museo, attraverso l’osservazione dei materiali ceramici in esposizione, i ragazzi vengono stimolati a conoscere gli alimenti e le abitudini eno-gastronomiche del mondo romano. Laboratorio con realizzazione di ricette di epoca romana e macinatura di cereali.

VESTIVAMO… ALL’ANTICA. Valenze sociali e vanità nella moda greca e romana
Ideazione e operatore Coop Zoe
Aree di interesse: storia, storia del'arte e del costume
Luogo di svolgimento: scuola e museo
Modalità di svolgimento: una o più lezioni in classe 1 h, una visita tematica in museo, con attività di laboratorio 2 h
Progetto: il percorso intende illustrare l’abbigliamento antico quale riflesso di fenomeni sociali, culturali ed economici. I capi di vestiario saranno presentati, infatti, come identificativi del ceto sociale, ma non verranno tralasciate le esigenze della vanità, sia femminile che maschile. L’attività di laboratorio vedrà gli alunni diventare stilisti di moda antica e dare vita ad una vera e propria sfilata. Il percorso può essere fruibile in due moduli distinti: a) vestivamo all’antica… in Grecia b) vestivamo all’antica… a Roma

LA STORIA NEL MITO. Cultura materiale e modi vivendi delle società greche e latine dal confronto fra letteratura e archeologia
Ideazione e operatore Coop Zoe
Aree di interesse: lingua e letteratura italiana, greca e latina, epica, storia, storia del territorio
Luogo di svolgimento: scuola e museo
Modalità di svolgimento: una o più lezioni in classe 1 h, una visita tematica in museo 2 h, attività didattica conclusiva
Progetto: il percorso mira a rintracciare nella mitologia greca e latina gli aspetti economici, sociali, antropologici, che possiamo definire “storici”. Saranno considerate le pratiche funerarie, gli itinerari di viaggio, i riti di fondazione, ma anche la quotidianità, per stimolare un approccio all’epica e al mito quali realtà stratificate necessitanti di un’indagine di tipo archeologico. Al termine gli studenti diverranno “narratori di vicende mitiche”, illustrando a insegnanti e compagni alcuni reperti del Museo inerenti al tema trattato.

L’UNITÀ NELLA DIVERSITÀ’. L’apporto delle culture dei “vinti” alla civiltà romana attraverso i reperti lunensi della Collezione Fabbricotti
Ideazione e operatore Coop Zoe
Aree di interesse: storico-archeologica
Luogo di svolgimento: scuola e museo
Modalità di svolgimento: 1 h 30 lezione in classe e 2 h di visita in Museo
Progetto: un percorso per comprendere come la civiltà romana, con l’ampliarsi dei propri confini, si nutrì di alcuni tratti delle culture dei popoli sottomessi. Attraverso reperti provenienti da Luni, metteremo in evidenza l’attrazione che la cultura greca esercitò su quella romana e il diffondersi di una moda egittizzante; conosceremo, quindi, attraverso il materiale epigrafico, schiavi e liberti di origine greco-orientale, che nei propri nomina tramandarono le origini extra-italiche. I reperti museali saranno infine integrati dalle fonti letterarie che presenteranno uomini che, nei limiti della propria condizione sociale, percorrendo le strade di Roma, contribuirono alla formazione di una “romanitas” multietnica.

 


Link alla brochure della didattica in tutti i Musei della città.

LA STORIA NEL MITO. Cultura materiale e modi vivendi delle società greche e latine dal confronto fra letteratura e archeologia

Ideazione e operatore Coop Zoe

Aree di interesse: lingua e letteratura italiana, greca e latina, epica, storia, storia del territorio

Luogo di svolgimento: scuola e museo

Modalità di svolgimento: una o più lezioni in classe 1 h, una visita tematica in museo 2 h, attività didattica conclusiva

Progetto: il percorso mira a rintracciare nella mitologia greca e latina gli aspetti economici, sociali, antropologici, che possiamo definire “storici”. Saranno considerate le pratiche funerarie, gli itinerari di viaggio, i riti di fondazione, ma anche la quotidianità, per stimolare un approccio all’epica e al mito quali realtà stratificate necessitanti di un’indagine di tipo archeologico. Al termine gli studenti diverranno “narratori di vicende mitiche”, illustrando a insegnanti e compagni alcuni reperti del Museo inerenti al tema trattato.

 


Note legali e privacy policy